recensioni

“Il ruolo del Garante per la protezione dei dati personali, la tutela di un diritto fondamentale tra sfide passate e scommesse per il futuro” (Il Mulino) a cura di Ginevra Cerrina Feroni.

“Il ruolo del Garante per la protezione dei dati personali, la tutela di un diritto fondamentale tra sfide passate e scommesse per il futuro” (Il Mulino) a cura di Ginevra Cerrina Feroni. Il volume intende ricostruire l’evoluzione della protezione dei dati personali attraverso una lettura dei 25 anni di vita del Garante, offerta nei saggi raccolti che prendono le messe dagli interventi di illustri studiosi al Congresso svoltosi a Roma il 24 maggio 2022 presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio, in occasione delle celebrazioni per l’anniversario dell’istituzione dell’Autorità Gante. Un appuntamento che, fin dalla scelta della titolazione – scrive nella presentazione del volume la Prof.ssa Ginevra Cerrina Feroni, vice presidente dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali – ha voluto porre in evidenza il raggio d’attività del Garante. “Ovvero l’azione quotidiana di una Autorità chiamata a tutelare – ab origine e ancora più nella prospettiva della contemporaneità – la dignità della persona, diritto fondamentale cruciale nella dimensione digitale”. L’idea del volume è quella di offrire al lettore un’antologia di temi e di riflessioni sull’evoluzione tecnologica e sulla concomitante, necessitata, evoluzione dello stesso concetto di privacy. Un bilancio per fare il punto su molti aspetti: il lavoro svolto dal Garante dal 1997, l’evoluzione incessante della normativa, le sfide attuali e quelle del futuro nel contesto una protezione dei dati diventata sempre più protezione della persona stessa, quasi il postulato di ogni altro diritto di cittadinanza. La pubblicazione, molto densa, si suddivide in quattro parti più le conclusioni “A tutela della persona”, affidate al Presidente dell’Autorità Garante Prof. Pasquale Stanzione. La prima parte contiene saggi di taglio generale che vanno dall’esperienza delle Autorità Amministrative indipendenti all’evoluzione del concetto costituzionale di privacy in prospettiva comparata, dalla lettura della giurisprudenza del Garante che ha accompagnato, e anche indirizzato, le grandi trasformazioni del Paese al rapporto tra tutela dei dati e sicurezza collettiva. La seconda parte si occupa del tema della digitalizzazione dei dati in rapporto alla loro protezione sotto molteplici profili di riflessione: il binomio dati democrazia; le prospettive del cloud nazionale, la sanità, la tutela dei minori. La terza parte viene dedicata alle prospettive della Data Economy, protezione e libera circolazione dei dati personali con contributi che inquadrano il ruolo del Garante rispetto alla circolazione dei dati nello spazio digitale europeo come nella prospettiva di tutela dei consumatori. Seguono i saggi sul futuro del digitale alla luce della politica legislativa europea: Big Data e intelligenza artificiale; monetizzazione dei dati personali. La quarta e ultima parte concentra l’attenzione sulla protezione dell’identità personale e sul ruolo del Garante nell’era dell’iperconnessione e della realtà aumentata, sui rischi, per diritti e libertà, derivanti dalla diffusione di tecniche di sorveglianza di massa, sulla manipolazione online e sull’uso improprio dei dati personali, come i fenomeni del deepfake e del deepnude, fino ad arrivare a delineare le sfide che ci attendono.