Guido Scorza

Internet, diritto e politica dell'innovazione

Blog

AGCOM, autorità una e trina?

29 marzo 2012

Altro che Governo dei professori, del rilancio e del futuro. Quello del Professor Mario Monti rischia di passare alla storia come il Governo più nemico della Rete che il Paese abbia avuto negli ultimi anni. Ma stiamo ai fatti che giustificano un giudizio tanto severo. Anna Masera, sulle pagine de La Stampa, pubblica il testo del provvedimento che il Governo, stando a quanto anticipato dal Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni nel corso delle sue recenti audizioni dinanzi al Senato, si accingerebbe a varare.
Si tratta, purtroppo, di quanto già anticipato su queste pagine.

Con il Provvedimento in questione il Governo affiderebbe – il condizionale è conseguenza del carattere non ufficiale del documento pubblicato sulle pagine de La Stampa e del silenzio della Presidenza del Consiglio dei Ministri – all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni il compito di vigilare sul rispetto della disciplina in materia di diritto d’autore online, di risolvere le relative controversie e, come se non bastasse, di dettare le regole che governeranno i procedimenti relativi alla rimozione dei contenuti pubblicati in violazione del diritto d’autore online.

Un’Autorità una e trina, dunque. Un’Autorità che – caso più unico che raro in un paese democratico – è tenutaria, in relazione ad una materia tanto rilevante come la circolazione dell’informazione e del sapere nello spazio pubblico telematico, dei tre poteri dello Stato: quello legislativo, quello esecutivo e quello giudiziario.
È una decisione di inaudita gravità inaccettabile nel metodo e nel merito.
Ecco le ragioni di metodo.

(Continua qui su Punto Informatico)

Tags:
Category: Main themes
Add Comment Add yours ↓

Your Comment