Salta al contenuto

Amazon nella bufera: un accordo con gli editori sul prezzo dei libri?

Non c’è nessuna certezza, siamo solo all’inizio ma è una brutta storia.

Amazon accusata di fare cartello con gli editori sul prezzo dei libri.

Gli ingredienti del caso legale dell’anno nell’universo dell’editoria digitale ci sono tutti.

Basti dire che i protagonisti sono Amazon e cinque dei più grandi editori americani, tutti trascinati in una class action nell’ambito della quale lo studio legale che l’ha promossa sostiene che Amazon abbia un accordo con i più grandi editori americani con il quale impegna questi ultimi a non consentire, da nessuna parte, la vendita di e-book a un prezzo più basso rispetto a quello al quale i libri sono venduti sul proprio sito.

Se la storia è vera, ovviamente, la condotta è a dir poco anti-competitiva.

E, peraltro, legittimerebbe almeno il dubbio che se il gigante di Seattle utilizza una tecnica di questo genere nel mondo dell’editoria, potrebbe fare altrettanto nelle migliaia di mercati diversi nei quali, egualmente, opera o, almeno, nei più rappresentativi.

Ma torniamo ai libri.

Un cartello sul prezzo dei libri per impedire ai lettori di acquistarli a un prezzo più basso sarebbe, davvero, una cosa orribile, un crimine contro la cultura verrebbe da dire prima che un illecito anti-concorrenziale.

Anche perché a rimetterci per davvero non sarebbero solo le centinaia di librerie online alle quali Amazon e i cinque editori starebbero sottraendo un ruolo sul mercato ma i lettori, costretti a pagare di più per accedere a contenuti che potrebbero avere a meno.

Troppo presto per dire chi ha torto e chi ragione, chi dice la verità e chi mente.

Non resta che stare a vedere come andrà a finire per tirare un sospiro di sollievo se risultasse una bufala o, al contrario, lanciare un grido d’allarme per la cultura globale messa a dura prova dall’oligopolio dei libri.

La concorrenza, quando si parla di libri, è libertà di educazione e cultura oltre che di mercato e va difesa ad ogni costo, più di ogni altro mercato.