Salta al contenuto

La lezione del calcio inglese ai social network

È finito alla mezzanotte di ieri, ora di Londra, lo sciopero – uno dei primi nel suo genere a questo livello – dei big del calcio inglese contro il razzismo e le discriminazioni di genere online.

Per quattro giorni, dal pomeriggio di venerdì, le associazioni di categoria, le federazioni, i club maschili e femminili hanno spento i loro account su Facebook, Instagram e Twitter.

Continua a leggere su Huffington