Salta al contenuto

Chi l’ha detto che l’anima gemella non esiste?

Ne vedremo delle belle perché le sfide che la c.d. intelligenza artificiale lancia, il più delle volte, inconsapevolmente alla società sono davvero incredibili.

E se non ci credete fatevi un giro su BuzzFeed la popolare testata online americana e partecipate al Quiz che ha lanciato per San Valentino: in pochi minuti troverete l’anima gemella.

Stanco di uscire con esseri umani noiosi e che hanno bisogno di tante attenzioni? Vorresti poter disegnare la tua anima gemella perfetta senza perdere tempo? Ora puoi, con l’intelligenza artificiale BF-GAN-69 sviluppata dal BuzzFeed Labs. Rispondi ad alcune semplici domande e ti aiuteremo a generare il partner dei tuoi sogni.

Recita così il claim con il quale la testata invita i suoi lettori alla prova.

E poi, in qualche modo, mantiene la promessa.

Una decina di domande, alcune più banali, altre più ricercate: dal sesso del vostro partner ideale a cosa vi manca di più del vostro ex, passando per come vi piace passare il tempo con il vostro partner e il gioco è fatto.

In poco più di un minuto, BuzzFeed vi presenta la vostra anima gemella, verrebbe da dire in carne ed ossa, con un volto – rigorosamente artificiale ovvero che non esiste – un nome, la sua età e una manciata di parole, quelle che vorreste sentirvi dire al primo appuntamento con il lui o la lei dei vostri sogni.

Poco spazio per l’etica o, almeno, per scrupoli morali nelle domande.

Dalla vostra anima gemella artificiale potete esigere indifferentemente solo sesso o una relazione più spirituale e profonda; una relazione paritaria così come che sia un vostro o una vostra schiava d’amore.

Ma naturalmente, se preferite, potete anche scegliere di essere il suo schiavo d’amore.

E poco spazio per etica e morale anche in una domanda con la quale vi si chiede se siete single, se avete una compagna o un compagno ma cercate qualcosa di meglio o se vivete in una relazione aperta che ha bisogno di un po’ di pepe.

Ho fatto un paio di volte il Quiz cambiando un paio di risposte ma con nessuna delle due proposte artificiali è scattato il colpo di fulmine.

Ma possibile che voi siate più fortunati.

Naturalmente è solo un gioco – anche se dietro c’è davvero un sistema di intelligenza artificiale che elabora i vostri desideri e vi propone quello che ritiene il vostro partner ideale ma, qualche riflessione, naturalmente, la suggerisce.

Siamo pronti per passare il resto dei nostri giorni con qualcuno che, su base scientifica, non è la nostra anima gemella?

Perché non ci vorrà molto che qualcuno adotti lo stesso sistema di intelligenza artificiale per promuovere un test pre-matrimoniale e incoraggiarci o scoraggiarci al grande passo.

E guai a escludere il rischio che un sistema di questo genere, magari, finisca anche in un qualche accordo prematrimoniale: magari più alta è la probabilità di insuccesso del matrimonio e meno saranno convenienti le condizioni per chi lascia chi sta meglio dei due.

E non è facile seppellire questo scenario dietro a una risata perché, purtroppo, se non ci sbrighiamo a diffondere un’adeguata educazione di base alla convivenza con robot e algoritmi per tanti il futuro rischia di essere difficilmente sostenibile.

E, a quel punto, gli sguardi perplessi dei nostri genitori e il loro tradizionale “non è l’uomo o la donna per te”, diventeranno un pallido ricordo.