Salta al contenuto

L’irresistibile tentazione del riconoscimento facciale

Naturalmente possiamo girarci dall’altra parte e dire che Los Angeles è lontana.
Ma il Los Angeles Times ieri pubblica un pezzo, risultato di un’accurata inchiesta giornalistica, che racconta come la polizia di Los Angeles dal 2009 ad oggi, pur avendolo sin qui negato, abbia usato sistematicamente il riconoscimento facciale per il contrasto al crimine.
E non parliamo di terrorismo nazionale o internazionale.
Se non ci si gira dall’altra parte qualche riflessione sorge spontanea.