Salta al contenuto

Privacy Daily – 6 settembre 2021

La tecnologia pubblicitaria di rilevamento facciale suscita preoccupazioni sulla privacy

La società di software di intelligenza artificiale Alfi prevede di utilizzare il rilevamento facciale per indirizzare gli annunci pubblicitari alle persone in luoghi pubblici, suscitando preoccupazioni sulla privacy, riferisce Bloomberg. Il software di Alfi utilizza età, sesso e altre caratteristiche nonchè “piccoli segnali facciali” per fornire agli inserzionisti informazioni sulle reazioni dei consumatori.

Meme Stock Alfi’s Facial Recognition Ad Technology Fans Privacy Concerns – Bloomberg


Apple: stop ai nuovi strumenti di tutela in favore dei più piccoli

Il mese scorso, Apple aveva fatto notizia annunciando il test di un nuovo strumento volto a combattere lo sfruttamento minorile, molti critici avevano sottolineato però le potenziali implicazioni sulla privacy. Ora Apple decide di fermare il lancio le nuove funzionalità per raccogliere più feedback e apportare miglioramenti.

Apple walks back plans for new child safety tools after privacy backlash – CNN


La Turchia multa WhatsApp per violazione dei dati degli utenti

La Turchia multa WhatsApp “per non aver protetto sufficientemente i dati degli utenti”. L’Autorità turca per la protezione dei dati personali (KVKK) ha dichiarato di sanzionare WhatsApp perché non offriva più agli utenti la possibilità di scelta agli utenti: “Le persone sono costrette a dare il consenso al contratto nel suo complesso, cercando così di escludere il consenso espresso”, si dice la sentenza.

Turkey fines WhatsApp over user data breach | eNCA