Salta al contenuto

Scuola o genitori, chi educa i ragazzi sui social?

Lei si chiama Brandi Levy e nel 2017 era una quattordicenne, matricola in una scuola di Mahanoy City, un piccolo comune di meno di cinque mila abitanti in Pennsylvania con un sogno nel cassetto, lo stesso di tante sue coetanee su quella sponda dell’oceano: indossare la divisa da cheerleader della squadra di softball della scuola.

Continua a leggere sull’Huffington