Salta al contenuto

Apple: privacy di una studentessa violata e milioni di dollari di risarcimento

Una studentessa americana dell’Oregon manda il suo I-phone in un centro assistenza Apple gestito da un partner della società in California e qualche giorno dopo si ritrova una decina di sue foto esplicite archiviate nel suo smartphone pubblicate sul suo profilo Facebook.

Nel 2016 – ma storia viene fuori solo ora a margine di un giudizio – Apple riconosce la propria responsabilità e versa alla studentessa un risarcimento milionario.

Continua a leggere su Huffington