Salta al contenuto

Privacy Daily – 11 Novembre 2022

Parlamentari UE: moratoria sull’utilizzo degli spyware

Politico riferisce che una parlamentare olandese del Parlamento europeo Sophie In’t Veld ha chiesto una moratoria sull’uso dello spyware da parte degli Stati membri e un’ulteriore revisione della tecnologia da parte della Commissione europea. In’t Veld e altri eurodeputati hanno condotto la propria indagine sugli spyware, con risultati “scioccanti” che “dovrebbero allarmare ogni cittadino europeo”. 

https://www.politico.eu/article/eu-spyware-probe-slams-government-leaders-as-perpetrators-of-abuse/


Alcuni senatori USA: stop alla regolamentazione della privacy da parte dell’FTC

Alcuni senatori statunitensi hanno inviato una lettera al presidente della Federal Trade Commission degli Stati Uniti, Lina Khan chiedendo all’agenzia di interrompere la sua iniziativa di regolamentazione sulla sorveglianza e sulla sicurezza, riferisce MediaPost. Sens. Cynthia Lummis, R-Wyo., Kevin Cramer, RN.D., e Marco Rubio, R-Fla., hanno scritto che la FTC “non dovrebbe eccedere la sua autorità” con una regolamentazione in assenza di una legge federale sulla privacy e “lasciare questo lavoro al Congresso”.

https://www.mediapost.com/publications/article/379534/gop-senators-urge-ftc-to-scrap-privacy-rulemaking.html


Rischi per la privacy di due app del Qatar richieste per i visitatori della Coppa del Mondo FIFA

I responsabili della sicurezza di una società di media di proprietà del governo norvegese hanno lanciato un avviso su due app che i visitatori del Qatar che parteciperanno alla prossima Coppa del Mondo FIFA saranno obbligati a scaricare sui loro telefoni. Ehteraz è un’app di monitoraggio Covid-19 richiesta per tutti i maggiori di 18 anni. Hayya consente ai visitatori di tenere traccia del programma dell’evento calcistico e di accedere gratuitamente al sistema di trasporto della metropolitana del Qatar.

https://www.spiceworks.com/it-security/data-security/news/fifa-world-cup-qatar-data-privacy/