Salta al contenuto

Privacy Daily – 24 maggio 2021

Il rapporto delle Nazioni Unite sulla disinformazione: un ruolo per la privacy

La relazione sulla disinformazione del relatore speciale delle Nazioni Unite sulla promozione e la tutela del diritto alla libertà di opinione e di espressione segue una crescente tendenza da parte degli organismi internazionali (tra cui l’Organizzazione degli Stati americani e la Commissione europea) a valutare e regolamentare il fenomeno globale che è la disinformazione. Il rapporto collega fortemente la diffusione della disinformazione con le tecniche di raccolta e profilazione dei dati gratuita utilizzate dal settore della pubblicità online, che incide sempre più sul nostro diritto alla privacy.

The UN Report on Disinformation: a role for privacy | Privacy International


Tinder esorta le persone a pensare prima di inviare abusi

L’app di incontri Tinder rileverà messaggi offensivi e chiederà all’autori di riflettere prima di inviarli. Un tentativo di prevenire messaggi offensivi, molesti, un sistema automatizzato di rilevamento del”linguaggio dannoso”. Instagram e Twitter utilizzano già sistemi simili per rilevare commenti e tweet offensivi.

Tinder tweak urges people to think before sending abuse – BBC News


Il sistema sanitario irlandese sotto attacco

L’attacco informatico ha colpito la maggior parte dei servizi sanitari del paese, tra cui i test per il coronavirus, servizi per i reparti di maternità, assistenza oncologica, monitoraggio COVID-19 e i controlli di routine per l’assistenza secondaria. Un ministro del governo irlande lo ha definito il “crimine informatico più significativo contro lo stato irlandese”, secondo quanto riportato dall’Irish Times.

‘It’s getting worse’: Irish hospital hack exposes EU cyberattack vulnerability – POLITICO