Salta al contenuto

Privacy Daily – 3 febbraio 2022

DPA del Belgio sanziona IAB Europe

L’Autorità della privacy belga ha sanzionato oggi IABEurope, associazione di categoria delle imprese pubblicitarie online, per la gestione dei consensi all’interno del sistema di pubblicità automatizzata denonimato “Real-Time Bidding” (RTB). Nello specifico, l’Autorità ha dichiarato illecito il protocollo TCF, ossia le regole in base alle quali si raccoglie e diffonde il consenso o l’opposizione dell’utente alla pubblicità profilata (ad esempio il consenso per la pubblicità quando si accede ad un sito), perché non rispettoso dei principi del GDPR, come trasparenza, liceità, sicurezza del trattamento

https://www.dataprotectionauthority.be/citizen/iab-europe-held-responsible-for-a-mechanism-that-infringes-the-gdpr


Gli Stati Uniti preparano misure sulla privacy e i problemi di sicurezza delle app straniere

Il Wall Street Journal riporta che il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti potrebbe presto agire in base a un avviso preventivo di proposta di regolamentazione che affronterebbe problemi di privacy e sicurezza di app con sede all’estero. La norma proposta potrebbe includere il divieto di app ritenute non sicure per gli utenti sulla base di audit di terze parti e altre revisioni delle attività. La proposta arriva dopo che l’amministrazione Biden ha rimosso le restrizioni sulle app straniere come TikTok, WeChat e altre nel giugno 2021. Il senatore statunitense Marco Rubio, R-Fla., ha affermato che “i timidi passi intrapresi sulla sicurezza dei dati non sono abbastanza.”

https://www.federalregister.gov/documents/2021/11/26/2021-25329/securing-the-information-and-communications-technology-and-services-supply-chain-connected-software


L’Irlanda pubblica la strategia digitale nazionale

La strategia digitale nazionale irlandese è stata pubblicata il 1 febbraio da Taoiseach Michael Martin e Tanaiste Leo Varadkar. L’obiettivo della strategia digitale nazionale è facilitare le capacità delle autorità di regolamentazione di cooperare e coordinarsi in modo efficace in modo che i cittadini possano acquistare, comunicare, condividere e creare contenuti, rimanendo al sicuro online. L’Irlanda dovrebbe nominare un coordinatore dei servizi digitali entro la fine di marzo, che avrà il compito di generare la pianificazione e la progettazione per l’attuazione del Digital Services Act.

https://www.dataprotection.ie/en/news-media/latest-news/regulators-welcome-national-digital-strategy