Salta al contenuto

Privacy Daily – 6 maggio 2022

Il Data Act dell’UE: la protezione dei dati deve prevalere per responsabilizzare gli interessati

Il Garante europeo della protezione dei dati (GEPD) e il Comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB) hanno pubblicato un parere congiunto sulla proposta di legge sui dati. Il GEPD e l’EDPB accolgono con favore gli sforzi compiuti per garantire che la legge sui dati non influisca sull’attuale quadro di protezione dei dati. Allo stesso tempo il GEPD e l’EDPB esortano i legislatori a garantire che i diritti degli interessati siano debitamente tutelati. L’accesso, l’uso e la condivisione dei dati personali da parte di soggetti diversi dagli interessati deve avvenire nel pieno rispetto di tutti i principi e le regole in materia di protezione dei dati. Inoltre, i prodotti dovrebbero essere progettati in modo tale che agli interessati sia offerta la possibilità di utilizzare i dispositivi in ​​modo anonimo o nel modo meno invasivo possibile per la privacy.

The EU’s Data Act: data protection must prevail to empower data subjects

he European Data Protection Supervisor (EDPS) and the European Data Protection Board (EDPB) published their Joint Opinion on the proposed Data Act. The EDPS and EDPB welcome the efforts made to ensure that the Data Act does not affect the current data protection framework. At the same time, since the Data Act would also apply to highly sensitive personal data, the EDPS and EDPB urge the co-legislators to ensure that data subjects’ rights are duly protected. The access, use and sharing of personal data by entities other than data subjects should occur in full compliance with all data protection principles and rules. Moreover, products should be designed in such a way that data subjects are offered the possibility to use devices anonymously or in the least privacy intrusive way possible.

https://edps.europa.eu/press-publications/press-news/press-releases/2022/eus-data-act-data-protection-must-prevail-empower_en


Il futuro della protezione dei dati e della privacy: come il Parlamento europeo sta rispondendo alle aspettative dei cittadini

Il Parlamento europeo ha pubblicato una sintesi di uno scambio di opinioni sulla protezione dei dati dell’UE in occasione della Conferenza sul futuro dell’Europa. Il CoFoE è un forum progettato per consentire ai cittadini di esprimere aspettative, offrendo al Parlamento l’opportunità di valutare le sue risposte in corso o elaborare nuove iniziative sulla base delle opinioni. Il Parlamento ha affermato di aver “in gran parte tenutosi in linea con le preoccupazioni dei cittadini” sulla protezione dei dati, cittadini che hanno commentato una serie di argomenti, tra cui i controlli sugli utenti, la privacy dei bambini e la riduzione al minimo della sorveglianza.

The future of data protection and privacy: How the European Parliament is responding to citizens’ expectations

European Parliament published a summation of an exchange of views on EU data protection at the Conference on the Future of Europe. The CoFoE is a forum designed for citizens to express expectations, giving Parliament the opportunity to gauge its ongoing responses or devise new initiatives based on the views. Parliament said it has “largely kept pace with citizens’ concerns” on data protection, with citizens commenting on a range of topics, including user controls, children’s privacy and minimizing surveillance.

https://www.europarl.europa.eu/thinktank/en/document/EPRS_BRI(2022)729396


Canada: la Camera dei Comuni pubblica un rapporto sulla raccolta e l’uso da parte del governo dei dati sulla mobilità

La Camera dei Comuni del Canada ha pubblicato il rapporto del Comitato permanente della Camera per l’accesso alle informazioni, la privacy e l’etica (“ETHI”) sulla raccolta e l’uso dei dati sulla mobilità da parte del governo canadese. In particolare, il rapporto affronta l’uso da parte del governo dei dati sulla mobilità alla luce della pandemia di COVID-19 e dei relativi rischi per la privacy che ciò ha creato, oltre ad affrontare le discussioni sulla anonimizzazione e la possibile reidentificazione dei dati e sui rischi al riguardo . Inoltre, il rapporto affronta la necessità di una legislazione federale sulla privacy più forte e formula raccomandazioni che possono essere utilizzate per garantire che vi sia un quadro giuridico appropriato per l’uso dei dati in Canada.

Canada: House of Commons releases report on government’s collection and use of mobility data

The House of Commons of Canada released, on 2 May 2022, the House Standing Committee on Access to Information, Privacy and Ethics’ (‘ETHI’) report on the Collection and Use of Mobility Data by the Government of Canada. In particular, the report addresses the government’s use of mobility data in light of the COVID-19 pandemic and related privacy risks that this created, as well as addressing discussions around the de-identification and possible re-identification of data and risks in this regard. Moreover, the report addresses the need for stronger federal privacy legislation, and makes recommendations that can be used to ensure that an appropriate legal framework for data use in Canada is in place.

https://www.dataguidance.com/news/canada-house-commons-releases-report-governments