Salta al contenuto

#cosedagarante – Agenda della settimana 25-31 ottobre

Quasi impossibile raccontare in una manciata di righe l’agenda della settimana che sta per iniziare.

Per la prima volta nell’ultimo anno – il primo, mese più o mese meno – qui al Garante, tra un appuntamento e l’altro, almeno nei primi cinque giorni della settimana, non c’è spazio neppure per il puntatore del mouse!

Impensabile riuscire a inserire un appuntamento sullo smartphone posando, nei campi liberi, addirittura la punta del mio indice e facendo tap 😉

Bene, male o malissimo? Difficile a dirsi.

Mi piace pensare che sia il segno di un’Autorità che si apre al dialogo con la società, con gli stakeholder e con le altre istituzioni rifuggendo l’idea di chiudersi nella sua torre d’avorio o, il che fa lo stesso, nel suo palazzo di marmo.

Ma magari è solo un’illusione.

Quella appena iniziata è, comunque, settimana di adunanza plenaria e quindi le albe (suona bene ma in effetti è successo di raro che mi sia ritrovato addirittura all’alba in ufficio!) e i tramonti qui a Piazza Venezia saranno dedicati, fino a giovedì, a studiare gli atti dei dossier in arrivo sul tavolo del Collegio.

Il resto del tempo è dedicato a una sequenza interminabile di incontri con soggetti pubblici e privati per capire a che punto siamo con una serie di progetti in cantiere, per lanciarne di nuovi e ragionare su come far meglio per educare milioni di persone alla privacy e, nelle more, per difendere i loro dati personali da ogni genere di abuso.

Oggi, come sempre, è online qui la solita chiacchierata con Matteo Flora nel nostro #Garantismi così come il primo #privacydaily della settimana.

Sempre oggi mi aspetta una bellissima intervista con gli amici di Skuola.net per raccontare la privacy ai più giovani e, soprattutto, per raccontare loro a cosa stare attenti.

Poi, domani, sarò prima in ICOM a un bell’incontro a porte chiuse con tanti altri rappresentanti di istituzioni e mondo delle imprese sulla ripresa e, nel pomeriggio al seminario organizzato dagli infaticabili amici dell’AGCOM e della Fondazione Ugo Bordoni sul 5G.

Mercoledì, invece, a Roma Tre mi aspetta la presentazione di un bellissimo libro sui profili giuridici dell’intelligenza artificiale scritto da una coppia rara per competenze e formazione: due generazioni di Lombardi.

E nel pomeriggio una stimolante intervista con Rai della quale vi dirò di più a stretto giro.

Giovedì, in maniera contro-intuitiva, tirerò un sospiro di sollievo, finalmente fermo, al tavolo dell’adunanza plenaria, un momento importante, prezioso, di confronto e riflessione con i colleghi del Collegio.

Venerdì, quindi, si riparte la mattina a Firenze, parleremo di privacy e indagini in un evento organizzato dalla Federpol e il pomeriggio sarò in Senato a parlare dei dati come bene comune, in particolare per la ricerca e la sanità.

Nel mezzo tanto di più che, magari, darà alla luce qualcosa di cui parlare in una delle prossime agende, magari sarà solo un’occasione per imparare qualcosa su ambiti che conosco meno o strade e soluzioni per far meglio il mio lavoro.

Buona settimana a tutte/i come sempre.