Salta al contenuto

#cosedagarante – l’agenda della settimana (4-10 gennaio)

Innanzitutto, buon anno.

È la settimana della ripresa, dopo, si fa per dire, le vacanze di Natale e Capodanno con l’Epifania li, nel mezzo.

La settimana è iniziata con la conferma, resa nota dalla stessa società, del databreach subito da Ho e notificatoci (qui il comunicato stampa della società).

La società sta, in queste ore, informando i clienti interessati dalla violazione e sta proponendo loro la sostituzione delle SIM; l’Autorità continuerà nella sua attività di confronto, acquisizione informazioni e vigilanza nei confronti della società.

Abbiamo poi appena iniziato a lavorare ai dossier che approderanno sul tavolo della prossima adunanza che, salvo non ve ne siano di urgenti e eccezionali prima, si terrà il prossimo 14 gennaio.

Tanti e, in molti casi, interessanti i provvedimenti all’ordine del giorno come di consueto sul versante pubblico e su quello privato ma con una netta prevalenza, questa volta, di questioni relative a trattamenti in ambito pubblico.

Per il resto continuano gli incontri nell’ambito della consultazione pubblica sulle nuove linee guida in materia di cookies e altri tracciatori, si lavora a ritmo serrato alle iniziative di comunicazione ormai a regime, a cominciare da #privacydaily (qui il primo “numero” con la spiegazione dell’iniziativa ma per seguirci basta usare sui social l’hashtag #privacydaily) – a proposito siete tanti davvero a seguirci e non possiamo che ringraziarvi! – e ne abbiamo messa in cantiere una nuova sulla quale vi aggiorno nell’agenda di lunedì prossimo.

I pochi “slot” liberi della settimana sono riservati a alcuni incontri richiesti da soggetti pubblici e privati per discutere di scenari futuri che, ovviamente, sottendono trattamenti importanti di dati personali e a alcune nostre riflessioni interne su alcune questioni particolarmente stimolanti a cominciare dagli scenari in termini di protezione di dati personali aperti o confermati dall’Ordinanza pronunciata nei giorni scorsi dal Tribunale di Bologna nei confronti di Deliveroo.

Per questa settimana è tutto e scusate il ritardo con il quale usciamo ma è stato un lunedì decisamente spumeggiante.

PS

Come sempre, non siate timidi! Sui temi in agenda ma anche su quelli che non ci sono e che riguardano la protezione dei dati personali, scrivete, scrivete scrivete qui sotto o a segreteria.scorza at gpdp.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *