Salta al contenuto

Privacy Daily – 15 marzo 2022

Wojciech Wiewiórowski: “It is time to target online advertising

Il garante europeo della protezione dei dati Wojciech Wiewiórowski ha scritto un post sul blog sollecitando un maggiore controllo e regolamentazione dello spazio tecnologico pubblicitario. Wiewiórowski ha elogiato gli sforzi per frenare la pubblicità mirata attraverso i principi di trasparenza e responsabilità nella proposta di legge sui servizi digitali, ma ha osservato che la trasparenza “è essenziale ma non è sufficiente”. Ha aggiunto che l’UE ha bisogno di “incentivi normativi per favorire forme meno intrusive di pubblicità che non richiedono il tracciamento”, proponendo “di limitare ulteriormente le categorie di dati personali che possono essere trattati per scopi pubblicitari mirati”.

It is time to target online advertising | European Data Protection Supervisor (europa.eu)


Biden emette un ordine esecutivo sulle risorse digitali, tra cui privacy, garanzie di sicurezza

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha emesso un ordine esecutivo che chiede uno sviluppo responsabile delle risorse digitali. La crescita del mercato intorno alle risorse digitali ha avuto “profonde implicazioni”, tra cui la privacy dei dati e le protezioni della sicurezza, afferma l’ordine, e senza “supervisione e standard sufficienti”, le protezioni dei dati finanziari sensibili potrebbero essere inadeguate. “Gli Stati Uniti dovrebbero garantire che siano in atto salvaguardie e promuovere lo sviluppo responsabile delle risorse digitali per proteggere i consumatori, gli investitori e le imprese; mantenere la privacy; e scudo contro la sorveglianza arbitraria o illegale “, ha detto l’ordine.


Il Regno Unito propone una legislazione per migliorare la sicurezza delle identità digitali

Il governo del Regno Unito ha annunciato che introdurrà una legislazione per istituire un Ufficio per le identità e gli attributi digitali. La legislazione creerà un processo di accreditamento e certificazione per le organizzazioni per dimostrare di soddisfare gli standard di sicurezza e privacy necessari per utilizzare le identità digitali e l’ufficio ODIA avrà l’autorità di emettere marchi di fiducia alle organizzazioni di identità digitale certificate. “La legislazione che stiamo proponendo garantirà che ci siano modi affidabili e sicuri per le persone e le organizzazioni di utilizzare le identità digitali, se lo desiderano”, ha detto il ministro dei dati Julia Lopez.