Salta al contenuto

Privacy Daily – 15 ottobre 2021

ICO pubblica una guida alla protezione dei dati per media e giornalisti

Il commissario britannico per l’informazione Elizabeth Denham ha annunciato una bozza di codice di condotta per il giornalismo contenente linee guida sulle pratiche di protezione dei dati per i media e il loro personale. Denham ha affermato che il codice consentirà ai membri della stampa di aggiornarsi rapidamente su ciò che è loro richiesto dal regolamento generale sulla protezione dei dati del Regno Unito, osservando che il codice mira a “trovare il giusto equilibrio tra giornalismo, libertà di espressione e protezione dei dati”. Il codice sarà sottoposto a consultazione pubblica fino al 10 gennaio 2022.

Blog: Providing practical data protection guidance to the media sector | ICO


I calciatori professionisti preannunciano azioni legali a tutela dei loro dati

Un gruppo di 850 giocatori di calcio sta cercando un compenso per i loro dati sulle prestazioni scambiati negli ultimi sei anni e per ricevere una quota annuale per qualsiasi uso futuro, riferisce BBC News. I giocatori hanno inviato “lettere prima dell’azione” a 17 società di raccolta dati sostenendo che l’uso dei loro dati, comprese le statistiche medie dei gol per partita e l’altezza dei giocatori, viola il regolamento generale sulla protezione dei dati dell’UE. “Sta rendendo il calcio – e tutti gli sport – consapevoli delle implicazioni e di ciò che deve cambiare”, ha detto l’ex manager di Cardiff City, Leyton Orient e Yeovil Town Russell Slade del caso

Professional footballers threaten data firms with GDPR legal action – BBC News


L’Australia lavora ad un piano di contrasto agli attacchi ransomware

Il governo australiano ha pubblicato la sua bozza di Piano d’azione ransomware, un quadro completo per affrontare tutti gli aspetti degli attacchi ransomware. La proposta di 16 pagine include obblighi di segnalazione per le imprese, un nuovo sistema di sanzioni penali e risorse per le vittime. Il piano chiede inoltre alle aziende di evitare di pagare riscatti a tutti i costi, osservando come “non garantisca un esito positivo” dato che i sistemi crittografati e i dati sensibili rimangono vulnerabili dopo tali eventuali e sconsigliati pagamenti.

Australia Plans Ransomware Attack Reporting Requirement (govinfosecurity.com)