Salta al contenuto

Privacy Daily – 21 settembre 2021

UE: la legge sulla cibersicurezza dei dispositivi connessi

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato l’introduzione di una legge sulla sicurezza informatica per i dispositivi connessi, riferisce Euractiv. “Se tutto è connesso, tutto può essere violato”, ha osservato von der Leyen sul Cyber Resilience Act, aggiungendo che l’UE dovrebbe “sforzarsi di diventare un leader” nella sicurezza informatica nonostante le risorse “scarse”. Il deputato olandese al Parlamento europeo Bart Groothuis ha affermato che i dispositivi connessi e l’Internet of Things “portano a una grande quantità di prodotti non garantiti” e non c’è “nessuno standard europeo ancora da sostenere” sulla questione.

EU chief announces cybersecurity law for connected devices – EURACTIV.com


La nuova legge cinese sulla privacy e Hong Kong

La nuova legge sulla privacy dei dati di Pechino influenzerà in maniera rilevante le aziende di Hong Kong e il modo in cui esse gestiscono i dati, richiedendo loro di adottare una serie di misure e adempimenti, ha fatto sapere Stephen Wong Kai-yi, ex commissario per la privacy di Hong Kong.

China’s new data privacy law will create fresh challenges for Hong Kong businesses: former privacy chief | The Star


Il parlamento francese valuta l’uso di droni da parte della polizia

I parlamentari francesi hanno iniziato ad esaminare un disegno di legge sulla responsabilità penale e la sicurezza interna, destinato a fornire un quadro giuridico a lungo atteso per l’uso dei droni da parte delle forze dell’ordine. Il Consiglio costituzionale aveva respinto le precedenti le disposizioni e da allora il governo ha inviato una nuova versione al Parlamento.

France’s parliament considers use of drones by police, again – EURACTIV.com