Salta al contenuto

Privacy Daily – 23 Novembre 2022

Meta: aggiornamenti sulla privacy per gli adolescenti su Instagram e Facebook

Meta ha annunciato di aver introdotto nuovi aggiornamenti sulla privacy per gli adolescenti su Instagram e Facebook. In particolare, tutti coloro che hanno meno di 16 anni, o meno di 18 in alcuni paesi, avranno impostazioni private quando si iscrivono a Facebook. La società sta inoltre collaborando con il National Center for Missing and Exploited Children per costruire una piattaforma globale destinata a impedire che le immagini degli adolescenti vengano condivise online.

https://techcrunch.com/2022/11/21/meta-rolls-out-new-privacy-updates-teens-instagram-facebook/


FTC ha esortato a regolamentare il modo in cui le piattaforme offrono contenuti ai minori

Inoltre, secondo MediaPost, 21 gruppi di difesa hanno inviato una petizione alla Federal Trade Commission (FTC) sollecitando l’agenzia a regolamentare le tecniche di progettazione potenzialmente dannose associate ai servizi online per bambini. Tra le organizzazioni che aderiscono alla petizione includono Accountable Tech, l’American Academy of Pediatrics, l’Electronic Privacy Information Center e Public Citizen.

https://www.mediapost.com/publications/article/379917/ftc-urged-to-regulate-how-platforms-display-conten.html


Scozia: piattaforma di identità digitale dal 2023

Il governo scozzese intende testare una propria piattaforma di identità digitale all’inizio del prossimo anno, realizzando un progetto pilota con Disclosure Scotland. Il responsabile della politica scozzese per l’identità digitale, Gavin Ross, ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è rendere più facile e veloce per le persone usufruire dei servizi pubblici scozzesi”, aggiungendo che il sistema sarà costruito attorno ai principi di “scelta, controllo e sicurezza”.

https://www.computerweekly.com/news/252527374/Scottish-government-to-pilot-digital-identity-platform-in-early-2023