Salta al contenuto

Privacy Daily – 29 aprile 2021

La tempesta perfetta per la privacy

Gli uffici di tutto il mondo hanno chiuso i battenti più di un anno fa, molti hanno lavorato da casa durante la crescita della pandemia da COVID-19. Mentre le vaccinazioni progrediscono ad un ritmo costante, molti datori di lavoro e dipendenti sono desiderosi di tornare in ufficio. Come sarà il ritorno al lavoro, come le aziende svilupperanno ora una politica vaccinale?

Return to office ‘a perfect storm’ of privacy issues for businesses (iapp.org)


UK: il caso Lloyd vs Google approda alla Corte Suprema

Secondo il comitato guidato da Richard Lloyd Google avrebbe monitorato il comportamento online degli utenti di iPhone nel Regno Unito tra l’agosto del 2011 e il febbraio 2012. Ignorando le impostazioni sulla privacy degli iPhone, il colosso di Mountain View avrebbe raccolto dati dal browser Safari aggregando dati sulle abitudini di navigazione in rete degli utenti relativi ad etnia, stato di salute e opinioni politiche. Il gruppo ha intentato dunque una class action ricorrendo alla Corte Suprema britannica.

Google data case to be heard in Supreme Court – BBC News


Raccolta di dati nei settori della sanità e dell’istruzione: una prospettiva africana

Molti paesi africani sono ancora alle prese con l’impatto delle iniziative di lockdown causate dal COVID-19.1 L’adattamento ai protocolli sulla salute e la sicurezza in tutta l’Africa ha comportato un aumento significativo dell’enorme volume di dati trattati, in particolare nei settori della sanità e dell’istruzione.

Data collection in the health and education sectors: An African perspective – Lexology