Salta al contenuto

Privacy Daily – 29 maggio 2021

Threema, il rivale europeo di Signal, vince una battaglia legale sulla privacy alla corte svizzera

I giudici della Corte Suprema confermano la decisione della corte inferiore di difendere la privacy dei nove milioni di utenti di Threema, l’app di messaggistica crittografata end-to-end. Il caso nasce da una decisione del 2018 dal Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di classificare Threema come fornitore di servizi di telecomunicazioni ai sensi della BÜPF (“legge federale sul monitoraggio del traffico postale e delle telecomunicazioni’).

https://portswigger.net/daily-swig/threema-the-european-rival-to-signal-wins-pivotal-privacy-battle-in-swiss-court


Attacco hacker prende di mira il governo giapponese

Numerose agenzie governative giapponesi ed un aeroporto si sono visti sottrarre dati da parte di cybercriminali che sono riusciti a violare il software Fujitsu. Secondo la Japanese Broadcasting Corporation (NHK), sono stati sottratti circa 76mila indirizzi e-mail del ministero del territorio, delle infrastrutture e dei trasporti. Gli hacker avrebbero anche ottenuto altri dati provenienti dalle comunicazioni interne dei ministeri nipponici.

https://www.cyberscoop.com/hackers-target-japanese-government-transportation-entities/


EDPB: dichiarazioni sul Data Governance Act alla luce degli ultimi sviluppi legislativi

EDPB ha adottato il parere congiunto sulla proposta Data Governance Act (DGA) presentato al Parlamento europeo nell’audizione della commissione LIBE del 16 marzo 2021. L’EDPB segue da vicino il lavori su tale iniziativa legislativa che contiene disposizioni in materia di trattamento dei dati, anche personali, il riutilizzo dei dati degli enti pubblici, dei “servizi di condivisione dei dati”, dati in materia di salute.

https://edpb.europa.eu/our-work-tools/our-documents/other-guidance/statement-052021-data-governance-act-light-legislative_en