Salta al contenuto

Privacy Daily – 10 marzo

Il BEUC pubblica una relazione sui diritti dei consumatori digitali alla luce delle pratiche basate sui dati delle Big Tech

L’Organizzazione europea dei consumatori (BEUC) ha pubblicato una relazione sulle asimmetrie strutturali nei mercati digitali dei consumatori. Il rapporto rileva manipolazioni comportamentali, vulnerabilità e personalizzazioni relative ai modelli di business basati sui dati delle Big Tech, sui temi della sorveglianza e del consenso, nonché sulle piattaforme online e sui gatekeeper a cui i consumatori affidano le informazioni personali. Più specificamente, la relazione rileva, tra le altre cose, l’aumento delle pratiche di data mining e nudging.

beuc-x-2021-018_eu_consumer_protection.0_0.pdf

Queste app condividono molti dei tuoi dati online

A seguito della recente introduzione di Apple delle etichette sulla privacy nell’App Store, il provider di archiviazione cloud pCloud ha deciso di dare un’occhiata più approfondita alle app mobili che usiamo ogni giorno per determinare quali app condividono più dati personali. Per il suo nuovo studio sulle app invasive, l’azienda ha analizzato le sezioni “Pubblicità di terze parti” e “Pubblicità o marketing degli sviluppatori” del produttore di iPhone.

These apps are sharing a lot of your data online | TechRadar


L’84% degli indiani preferisce fare affari con organizzazioni che proteggono i propri dati personali

Una nuova ricerca di OpenText, una società di soluzioni di gestione delle informazioni, rivela che l’84% dei consumatori indiani pagherebbe di più per fare affari con un’organizzazione che si impegna a proteggere la propria privacy dei dati, superando Regno Unito (49%), Germania (41%), Spagna (36%) e Francia (17%). I nuovi dati, provenienti da un sondaggio condotto su 6.000 intervistati indiani, evidenziano l’incertezza e la sfiducia dell’opinione pubblica riguardo al modo in cui le organizzazioni gestiscono i loro dati. Quasi un quarto (24%) degli indiani non si fidano della capacità delle organizzazioni di terze parti di mantenere le loro informazioni personali sicure o private. I risultati del sondaggio catturano in dettagli sentimenti diffuso in un momento in cui non esiste una legge completa sulla privacy dei dati mentre l’India in rapidità diventa sempre più un colosso digitale.

84% of Indians prefer doing business with organisations that protect their personal data – CRN – India