Salta al contenuto

Privacy Daily – 17 febbraio 2022

Dati e pubblicità, Google vuole migliorare privacy Android

Google ha annunciato nuove misure per limitare il tracciamento sul suo sistema operativo Android, a seguito di una mossa simile di Apple per imporre restrizioni al modo in cui la pubblicità online può prendere di mira gli utenti. Le modifiche intendono ridurre la condivisione dei dati degli utenti con terze parti e a limitare il tracciamento degli annunci degli utenti che passano da un’app all’altra su miliardi di dispositivi Android. Google ha affermato che prevede di eliminare gradualmente gli identificatori pubblicitari, un codice che consente agli esperti di marketing di tracciare il comportamento dei singoli utenti, a favore di alternative che proteggano i dati degli utenti.

https://www.protocol.com/bulletins/google-app-tracking


EU Data Governance Act: l’analisi di Iapp.org

Il 10 dicembre 2021 è stato raggiunto un accordo politico sul Data Governance Act. È probabile che i restanti passaggi procedurali siano completati entro marzo 2022 e la legge diventerà applicabile 15 mesi dopo la data della sua entrata in vigore, ovvero l’estate 2023. È la prima delle nuove iniziative dell’Unione Europea sui “dati” ad arrivare al traguardo legislativo. L’analisi degli esperti di Iapp.org

https://iapp.org/news/a/the-eu-data-governance-act-what-privacy-professionals-need-to-know/


Privacy, Meta (Facebook) pagherà 90 milioni di dollari ad utenti Usa

Meta pagherà 90 milioni di dollari a titolo di risarcimento per la violazione della privacy di alcuni utenti statunitensi promotori di una class action nel 2012. L’azienda di Menlo Park è stata accusata di utilizzare i cookie per tracciare la navigazione anche quando gli utenti non risultavano collegati a Facebook.

https://www.reuters.com/technology/metas-facebook-pay-90-million-settle-privacy-lawsuit-over-user-tracking-2022-02-15/