Salta al contenuto

Privacy Daily – 31 dicembre 2020

Somalia, la scarsa attenzione alla privacy può costare la vita

La pandemia ha accelerato la trasformazione digitale anche nei Paesi in via di sviluppo ma troppo spesso si presta troppa poca attenzione alla privacy.

Ora gli operatori umanitari in Somalia lanciano l’allarme. “È estremamente pericoloso se i dati [ndr in particolare quelli dei servizi di pagamento elettronico] vengono persi o cadono nelle mani sbagliate”.

“Di recente abbiamo visto persone che sono state uccise dopo che le loro informazioni personali sono trapelate. È una questione di vita o di morte” dice Abdifatah Hassan, direttore di Digital Shelter a Mogadiscio.

https://www.theguardian.com/global-development/2020/dec/30/poor-data-protection-could-put-lives-at-risk-say-somalia-aid-workers


I dati di geolocalizzazione sono gli eredi dei cookies

Blue tone city scape and network connection concept , Map pin business district

Mentre è guerra aperta tra Facebook e Apple sulle soluzioni di profilazione degli utenti per finalità di marketing, all’orizzonte si profila un contesto nel quale i famigerati cookies saranno rimpiazzati dai dati di geolocalizzazione degli utenti destinati a essere utilizzati per le stesse finalità.

https://www.geospatialworld.net/blogs/the-coming-war-over-location-data-and-data-privacy/


L’auto ti guarda: cosa sanno i nostri autoveicoli di noi

Non sono più gli smartphone i maggiori ricettacoli di dati personali ma le automobili, destinate a raccogliere sempre più dati utilizzabili per finalità diverse.

https://www.komando.com/security-privacy/what-your-vehicle-knows-about-you/771471/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *