Salta al contenuto

Privacy Daily – 3 febbraio 2021

L’Electronic Frontier Foundation (EFF) suona l’allarme su una decisione dell’Alta Corte dell’Arizona. E non sembra un allarme infondato

In State v. Mixton, l’Alta corte dell’Arizona ha stabilito che le persone non possano avere una ragionevole aspettativa di privacy nelle informazioni che ricevono dai i servizi online che registrano le loro attività, come i provider di servizi Internet, le compagnie telefoniche e le banche. Secondo la Corte, tali informazioni vengono fornite volontariamente dalle persone e, in virtù della dottrina di terze parti, non sono protette né dal quarto emendamento della Costituzione federale né dalla costituzione dello Stato. Una decisione importante che sta sollevamento pesanti critiche e dubbi.

EFF Sounds Alarm About Arizona Internet Privacy Decision (mobileidworld.com)


Danimarca: il Garante privacy pubblica una guida sulla determinazione delle ammende per violazioni della legislazione sulla protezione dei dati

Il Datatilsynet, l’autorità danese per la protezione dei dati, ha pubblicato una guida sul calcolo delle ammende in caso di violazione della legge n. 502 del 23 maggio 2018 sul trattamento dei dati personali e la loro libera circolazione. La guida delinea gli importi monetari di base per sei diverse categorie di violazioni che vengono modulate a seconda delle circostanze specifiche del caso, alla natura, alla gravità, alla durata dell’infrazione, secondo criteri di proporzionalità.

Bødevejledning – udmåling af bøder til virksomheder (datatilsynet.dk)


La nuova funzione sulla privacy di Apple entro l’inizio della primavera

In base alle nuove impostazioni, gli utenti vedranno quali app hanno richiesto l’autorizzazione al tracciamento e potranno apportare le modifiche che credono – ha affermato Apple – nel rapporto intitolato : “A day in the life of your data’. L’azienda di Cupertino ha anche introdotto modifiche alle pagine dei prodotti nell’App Store con un riepilogo delle informazioni sulla privacy degli sviluppatori.

Apple’s new privacy feature to roll out by early spring – The Hindu