Salta al contenuto

#cosedagarante – Il confronto prima di tutto. Scusate il ritardo nelle risposte.

Nelle ultime ore, a causa del provvedimento su TikTok, sono taggato in migliaia di commenti nei quali oltre a plaudire all’iniziativa si sollevano dubbi e perplessità legittimi.

In molti casi sono manifestati anche da amici, colleghi, persone che stimo.

Vorrei davvero rispondere a tutti individualmente, talvolta anche semplicemente per dire che non so rispondere o, magari, che hanno ragione perché quando si assume, per la prima volta, una decisione del genere non si può esser convinti di non aver commesso alcun errore.

Sto provando a farlo ma sono sopraffatto dai numeri.

Spero di aver dato molte risposte nelle interviste e nei contributi scritti sin qui e dei quali inserisco qui sotto qualche link.

Continuerò a provare nelle ore che verranno.

Ma, per ora, ci tengo semplicemente a che nessuno pensi che non voglio rispondere o che non ritengo la questione che solleva meritevole di una risposta.

Davvero tante tante scuse a chi mi ha taggato senza ottenere, sin qui, risposta.

Proverò a rimediare ma, per carità, continuiamo a confrontarci perché quello che io non so è e resterà, probabilmente fino alla fine del mandato, più di quello che so e il meglio che possa fare per fare bene il mio lavoro è non smettere mai di provare a imparare anche e soprattutto dal confronto qui e altrove.

Buona domenica!


Alcune cose scritte o dette sin qui sulla vicenda nelle quali potreste trovare la risposta che, colpevolmente, non vi ho ancora dato.

Qui la mia riflessione originaria sulla vicenda, prima dell’adozione del provvedimento e senza immaginare che avremmo poi affrontato la questione come Autorità.

Qui il provvedimento che abbiamo adottato.

Qui un’intervista nella quale Anna Masera mi ha posto, per La Stampa, molte delle domande più rimbalzate sui social, forse anche tra le più scomode.

Qui, dal minuto 11, un’intervista di Massimo Cerofonini per il GR1 su alcuni aspetti egualmente molto discussi.

Nelle prossime ore aggiungerò altri riferimenti e, magari, proverò a raccogliere le domande più ricorrenti sin qui ricevute e, se la risposta non è già in quanto scritto o detto sin qui, a dare risposte comuni.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *