Salta al contenuto

Privacy Daily – 25 gennaio 2021

Il Garante francese pubblica report sul suo ruolo e sulle sfide per la privacy durante la pandemia

L’Autorità francese per la protezione dei dati (CNIL) ha pubblicato una relazione sulle sue attività durante la pandemia di Coronavirus, in particolare sul ruolo dell’autorità di regolamentazione e le sfide per la protezione dei dati personali in un periodo di emergenza. Una buona idea che rende bene l’idea di quanto difficile ma non impossibile sia il bilanciamento tra diritti fondamentali. In questa pagina le indicazioni e i provvedimenti più significativi adottati dal Garante privacy italiano.

Point d’étape sur les activités de la CNIL dans le contexte de la COVID-19


Boston Globe prenderà in considerazione le richieste di rendere gli articoli anonimi

IL Boston Globe ha deciso di rendere anonimi gli articoli che possano arrecare un pregiudizio alla reputazione delle persone. L’iniziativa di chiama “Fresh Start”, un “right to forget” per il quale basterà compilare un modulo online con l’indicazione del motivo per cui si richiede la revisione e l’aggiornamento degli articoli.

Boston Globe will consider people’s requests to have articles about them anonymized | TechCrunch


In che modo la nuova legge sulla privacy del Kenya influenza i ricercatori?

Approvato nel 2019, il Kenya Personal Data Protection Act offre una rigorosa protezione dei dati personali, prevenendo molti abusi. È un significativo passo avanti anche nell’utilizzo dei dati nella scientifica, ma occorre sviluppare in Kenya come nel resto dell’Africa politiche di gestione dei dati che siano in linea con i nuovi sistemi di tutela dei dati personali.

How Kenya’s new personal data protection law could affect researchers (theconversation.com)