Salta al contenuto

Privacy Daily – 25 marzo 2021

La Internet Watch Foundation lancia l’allarme sugli abusi online ai minori

L’Internet Watch Foundation (IWF) lancia l’allarme sulla crescita dei casi di abusi sessuali online e afferma che i servizi di livestreaming devono fare di più per proteggere i bambini. Gli attivisti dell’IWF che lavora con la polizia e i siti web di tutto il mondo per il contrasto agli abusi, ha affermato che la pandemia di Covid-19 è stata una “tempesta perfetta” per gli abusi. Lo scorso dicembre, il governo UK ha presentato una proposta di legge imporre alle aziende misure di salvaguardia più stringenti.

Child abuse: Warning of siblings being groomed online – BBC News


La privacy in un mondo incentrato sull’intelligenza artificiale

Decenni fa, prima che smartphone, cloud e dispositivi connessi diventassero parte della vita di tutti i giorni, i dati avevano un’unica casa: il database. Questo repository centrale è servito come punto di partenza per qualsiasi tipo di analisi dei dati e decisione aziendale. Oggi non ci sono confini. I dati risiedono ovunque. Attraversa le linee aziendali, passa da dispositivi IoT collegati e persino cambia forma e forma mentre viaggia attraverso un ecosistema.

Data privacy must evolve in an AI-centric world | ITProPortal


Corte tedesca critica i limiti imposti a Facebook nella raccolta dei dati

Un tribunale tedesco ha criticato i freni alla raccolta dei dati imposti su Facebook dall’Autorità antitrust del Paese che potrebbe portare all’accoglimento del ricorso del social network contro l’Autorità tedesca. L’Antistrust aveva anche affermato che la più grande società di social media del mondo aveva abusato della sua posizione dominante per raccogliere informazioni sui suoi utenti senza il loro consenso. Facebook ha impugnato tale decisione.

Court critical of German curb on Facebook data gathering – CNA (channelnewsasia.com)