Salta al contenuto

Privacy Daily – 6 febbraio 2021

Sudafrica, la Corte Costituzionale dichiara incostituzionale la legge sulle intercettazioni

La Corte costituzionale del Sudafrica ha confermato la sentenza dell’Alta Corte secondo cui la legge sull’intercettazione delle comunicazioni è incostituzionale nella misura in cui non fornisce garanzie adeguate per la tutela del diritto alla privacy. Tra i altri rilievi, la Corte Costituzionale di Pretoria ha censurato la compressione dei diritti di azione e della libertà di espressione. I ricorrenti, AmaBhungane Centre for Investigative Journalism NPC e Stephen Sole, un giornalista che era stato oggetto di sorveglianza statale, hanno visto accolti la gran parte delle eccezioni mosse, riconoscendo l’importanza del diritto alla privacy strettamente connessa alla dignità delle persone.

Amabhungane Centre for Investigative Journalism NPC and Another v Minister of Justice and Correctional Services and Others; Minister of Police v Amabhungane Centre for Investigative Journalism NPC and Others CCT278/19 & CCT279/19 (concourt.org.za)


UE: il comitato JURI presenta un parere sulla strategia europea in materia di dati

La commissione giuridica del Parlamento europeo (JURI) ha presentato un proprio parere sulla strategia digitale della Commissione europea che accoglie con favore il progetto e formula suggerimenti. In particolare, il comitato JURI ha rilevato tra l’altro la necessità di cooperazione con i paesi terzi, l’adozione di un approccio incentrato sulla persona, la delicatezza dello scambio di dati tra enti pubblici e privati e la necessità di una maggiore certezza giuridica per contribuire alla diffusione di tecnologie come le soluzioni di intelligenza artificiale (AI) e la blockchain.

EU: JURI Committee issues opinion on European data strategy | News post | DataGuidance


La Virginia sarà il prossimo Stato USA ad avere una legge sulla privacy

La Virginia si candida ad essere il prossimo Stato USA ad avere una legislazione sulla privacy. In tre settimane l’Assemblea generale dello Stato ha discusso un testo di legge che dovrebbe essere approvato definitivamente entro la fine di febbraio. Nella sua forma attuale, il disegno di legge si applica alle aziende che controllano o elaborano dati per almeno 100.000 persone ed a quelle che ricevono il 50% delle loro entrate lorde dalla vendita di dati personali.

Virginia Consumer Data Protection Act on the horizon — Now what? (iapp.org)