Salta al contenuto

Privacy Daily – 17 gennaio 2021

Facebook verserà 350$ di risarcimento a un milione e mezzo di utenti americani

L’uso da parte del gigante dei social media delle funzioni di tagging facciale senza consenso degli utenti era incompatibile con il Biometric Information Privacy Act, una delle più severe leggi sulla privacy negli Stati Uniti.

Ora, dopo cinque anni di battaglia giudiziaria, l’epilogo: Facebook verserà circa $ 350 a quasi 1, 6 milioni di utenti dell’Illinois; una causa destinata a fare storia.

https://eu.pjstar.com/story/business/2021/01/16/final-approval-nears-illinois-facebook-privacy-lawsuit-settlement/4173618001/


Fitbit, il Ceo scrive una lettere aperta: “Google continuerà a proteggere la privacy dei nostri clienti”

Dopo l’acquisito da parte di Google, il CEO di Fitbit James Park ha scritto una lettera aperta a tutti gli utenti Fitbit assicurando che i loro dati saranno protetti e ha anche aggiunto che i dispositivi Fitbit continueranno a funzionare con le piattaforme Android e iOS.

https://tech.hindustantimes.com/wearables/news/google-will-continue-to-protect-fitbit-users-privacy-fitbit-ceo-writes-open-letter-to-users-71610783498501.html


Microsoft: maggiore controllo sulla privacy del riconoscimento vocale

Microsoft ha annunciato che sta per lanciare un importante aggiornamento relativo ai dati vocali raccolti attraverso le proprie soluzioni di riconoscimento vocale. Le modifiche offriranno agli utenti un maggiore controllo su come vengono utilizzati i propri dati vocali e risponderanno a taluni problemi di privacy emersi.

https://betanews.com/2021/01/16/microsoft-speech-recognition-privacy-controls/