2lug

Stay Tuned: libertà di informazione e “giornata del silenzio”.

by in Main themes 4 Comment(s)

Il famigerato DDL intercettazioni con il suo carico di disposizioni “ammazza internet” che minacciano di “chiudere per rettifica” la Rete è approdato all’esame del Senato e, tra il 13 ed il 14 luglio potrebbe diventare legge.

L’emendamento di 483 caratteri spazi inclusi che in un post di qualche giorno fa avevo “proposto in adozione” a qualche Senatore di buona volontà e che poi con l’istituto per le politiche dell’innovazione e tanti altri amici avevamo posto al centro di una lettera aperta indirizzata ai capi gruppo al Senato e sin qui firmata da circa 2500 persone ed organizzazioni (se non l’avete fatto correte a firmare la lettera perché lunedì partirà alla volta del Senato!) non è ancora stato presentato.

Attendendo fiduciosi che ciò avvenga, frattanto, converrà preparasi a partecipare compatti alla bella iniziativa che Alessandro Gilioli ha proposto sul suo blog: l’adesione del mondo dell’informazione in Rete alla giornata di protesta organizzata proprio contro il DDL Intercettazioni dal consiglio nazionale della Stampa.

Con Alessandro stiamo lavorando ad un blog di raccordo per l’occasione, alla stesura di un manifesto della protesta e all’elaborazione (in realtà ci stanno generosamente pensando degli straordinari grafici che ringrazieremo poi pubblicamente) di un logo da pubblicare, il 14 luglio, su tutti i siti internet di informazione ed i blog.

Non sarà una manifestazione di protesta a tutela della stampa, della televisione, della radio, dei giornalisti o di internet ma, più semplicemente, un modo per difendere la libertà di informazione troppo spesso minacciata, negli ultimi mesi, in Rete e fuori dalla Rete.

Stay tuned, quindi…tra qualche giorno vi diremo cosa fare per dare il vostro contributo all’iniziativa. Frattanto ogni idea, suggerimento, critica o proposta di collaborazione è, naturalmente, bene accetta e, i più volenterosi, potrebbero cimentarsi nella realizzazione di un bel video creativo attraverso il quale far correre ancora più veloce e lontano il nostro messaggio di libertà…

4 COMMENTS

L’Idea è buona secondo me. Ma c’è un problema di fondo. Un giorno? Quel giorno. E poi?

E’ molto simile protestare/scioperare di sabato, quando non si lavora e il danno economico (quello che fa desistere) è lieve e molto minore.

Ci sono state numerose proteste in questo paese negli ultimi e anni, e raramente sono stati ascoltati. Sbaglio?

la proposta mi piace, l’unica cosa…MA COME SCRIVI???

A me è stato mandato da una grafica una proposta di banner. Te lo invio per email.

LEAVE A REPLY

Your email address will not be published. Required fields are marked*